Dalla scoperta del più grande esperto di dolore muscolare al Mondo:

Nuova "Anestesia in Barattolo" genera un'interferenza con il dolore e dona sollievo da ogni tipo di acciacco in meno di 5 minuti!

RISULTATO GARANTITO! Scopri l’originale formula al 4% di mentolo racchiusa all’interno della nuova pomata antidolorifica e antinfiammatoria SottoZero®!

SI ASSORBE RAPIDAMENTE!

NON MACCHIA I VESTITI!

ZERO ALCOL!

Caro amico,

se hai lacerazioni multiple al menisco, una costola fuori posto o hai la spalla che ti penzola dalla clavicola…

Beh, vecchio mio, sei nei guai fino al collo.

Chiudi subito questa pagina e corri dal tuo ortopedico di fiducia.

La soluzione che sto per mostrarti è sì molto efficace ma non fa miracoli.

Se invece hai qualche acciacco (anche bello tosto)…

Soffri di dolori cronici alla schiena, alle spalle o alla cervicale e vuoi smettere di andare avanti con antinfiammatori che alla lunga ti rovineranno il fegato

Se a causa del tuo lavoro passi tante ore in piedi (o seduto) e arrivi a fine giornata con le gambe che bruciano e che non ti lasciano riposare in pace durante la notte…

Allora esiste una nuova soluzione priva di effetti collaterali e soprattutto RAPIDA per combattere il dolore.

Perché funziona?

Semplice…

Questa nuova formula è stata progettata per interferire nel modo con cui il tuo corpo prova dolore

Lascia che ti spieghi…

 

Di per sé il corpo non è in grado di percepire dolore, ma lo fa attraverso il cervello.

 

Infatti il tuo corpo è cosparso di piccoli e impercettibili “sensori” che si attivano nel momento in cui rilevano uno stimolo potenzialmente nocivo come un trauma o una postura scorretta.¹

 

Questi “sensori” si chiamano nocicettori e una volta che vengono attivati…

Trasmettono un messaggio di SOS al cervello

Immagina i nocicettori come se fossero i sensori dell’antifurto installati nel tuo appartamento…

 

Quando qualcosa di pericoloso (come un intruso) entra in casa, i sensori di allarme rilevano l’attività sospetta e inviano un segnale di emergenza alla centrale di sicurezza

 

Che in questo caso è il tuo cervello.

 

Nel momento in cui la centrale di sicurezza capisce che c’è un problema in una specifica area della casa, a sua volta attiverà una serie di misure di sicurezza avvisando i proprietari, bloccando porte e finestre e chiamando le forze dell’ordine.

 

Ora…

Il dolore non è altro che la misura di sicurezza che il cervello attua sul corpo

In modo che tu possa proteggerlo da ulteriori danni e successivamente curarlo.

Forse potresti chiederti…

“Ok, ma se alla base non c’è stato nessun tipo di trauma, qual è la causa dei miei dolori?”

Ottima domanda, ma forse la risposta potrebbe sorprenderti: è la-stessa-identica-cosa.

Vedi, se soffri di dolori cronici…

La cervicale ti sta facendo impazzire…

O se ormai da tempo non riesci ad abbassarti senza che un <<oh issa!>> plachi le fitte alla schiena…

… significa che i tuoi nocicettori sono diventati iperattivi

Cosa significa?

Significa che inviano segnali di dolore (e infiammazione) anche in assenza di effettivi stimoli nocivi.

Di conseguenza continui a sentire male… senza che ci sia un’apparente causa a provocarlo.

In poche parole…
 

Se soffri di dolori cronici il tuo sistema di allarme è andato in "tilt"

E continua a suonare incessantemente come una sirena impazzita nel cuore della notte.

Ma veniamo al sodo…

Esiste o no una soluzione in grado di disinnescare questo meccanismo che ti porta ad avere male?

Come ti dicevo prima, sì esiste.

Ed ha a che vedere con uno studio del 1965 in cui i ricercatori hanno scoperto…³

Un modo per “disinnescare” il meccanismo con cui provi dolore!

La scoperta è stata fatta da due scienziati, uno dei quali era Ronald Melzack, da molti definito: “Il più famoso e prominente esperto di dolore mai esistito”.

Cosa hanno scoperto?

Che prima di raggiungere il cervello, il segnale di allarme passa attraverso una sorta di “ripetitore” presente nel midollo spinale.

Quando provi dolore, significa che il collegamento tra segnale e ripetitore è avvenuto con successo…

Di conseguenza, il segnale di dolore viene “ripetuto” e amplificato verso il cervello.

Il quale risponderà facendoti “sentire male”.

Tuttavia quello del dolore non è l’unica fonte di segnale captata dal ricevitore.

E inviando una seconda tipologia di segnale …

È possibile generare un'interferenza che riduce (o addirittura interrompe) il segnale di dolore trasmesso al cervello⁴

Hai presente quando metti del ghiaccio in una zona del corpo che ti fa male e dopo qualche minuto il dolore risulta molto meno intenso?

Sai perché succede?

Non per le qualità anti-infiammatorie del ghiaccio (il ghiaccio in sé non ha alcuna proprietà).

Bensì perché nel momento in cui esponi una zona del corpo ad una bassa temperatura, stimoli il TRPM8.⁵

Il TRPM8 è il recettore del freddo e quando viene attivato, interferisce con il segnale del dolore, facendolo risultare molto meno intenso.

Per questa ragione, nonostante alcune case farmaceutiche come Pfizer Janssen stanno inspiegabilmente sviluppando farmaci per contrastare l’attivazione del TRPM8…⁶

… Scienziati di tutto il mondo ritengono la sua attivazione l’unica alternativa efficace e priva di effetti collaterali per combattere dolori acuti e cronici.⁷ ⁸

Ora, come ti dicevo il TRPM8 si attiva nel momento in cui il tuo corpo viene esposto alle basse temperature.

Tuttavia, in uno studio del 2018 un gruppo di ricercatori scozzesi ha scoperto che…

Esiste un sistema ancora più efficace e rapido per attivare il TRPM8 e interrompere il meccanismo con cui provi dolore ⁹

Si tratta dell’utilizzo di un ingrediente che forse conosci già perché è ciò che dà alle gomme da masticare la capacità di rinfrescare l’alito.

Sto parlando del mentolo.

Devi sapere infatti che il mentolo non rinfresca soltanto quando preso “per bocca”.

Ma nel momento in cui viene applicato sulla pelle, ha la capacità di far credere al cervello che la temperatura del corpo si sia abbassata (senza che sia effettivamente così)…

… attivando di conseguenza il recettore del freddo che a sua volta diminuirà i dolori.¹⁰

Non dolori qualsiasi…

Ma dolori che richiederebbero bombe analgesiche per venire placati!

La sua applicazione è fenomenale nel caso fai un lavoro fisico che ti distrugge le braccia e le gambe.

Infatti, nel 2014 è stato condotto uno studio su una decina di persone che lavoravano come macellai e che per via del loro lavoro avevano sviluppato la sindrome del tunnel carpale.¹¹

Una condizione che porta a dolore cronico a braccia e mani e che costringe chi ne soffre a bombardarsi di antinfiammatori per riuscire a lavorare (o anche solo sollevare il sacchetto della spesa) decentemente.

Bene, in seguito all’applicazione di mentolo sulle zone doloranti, i partecipanti allo studio hanno sperimentato un’immediata diminuzione dei sintomi che gli ha consentito di lavorare TUTTA la giornata quasi senza dolore.

E vedi, il tunnel carpale non è l’unica neuropatia su cui il mentolo si è rivelato straordinario.

Forse sai che il trattamento chemioterapico provoca neuropatie varie su tutto il corpo che non solo “fanno male”, ma contribuiscono ulteriormente a peggiorare l’umore e la capacità di movimento nei malati di cancro.

Ecco, in questo studio, il mentolo non solo ha diminuito il dolore neuropatico dell’82% delle pazienti…¹²

… ma la conseguenza è stata anche un miglioramento del loro umore e della loro capacità di camminare.

Cos’altro…

Ah beh, se hai mal di schiena forte problemi di artrite, anche in questo caso con il mentolo va che è una meraviglia.¹³

Tuttavia devi sapere che…

Non tutte le creme ad “effetto freddo”, raffreddano per via del mentolo

Ma lo fanno grazie all’alcool con il quale viene “annacquato”.

Questo perché quando questa sostanza evapora, genera una sensazione molto potente di freschezza.

Che viene venduta come effetto del mentolo.

Tuttavia, nella stragrande maggioranza dei casi, il mentolo viene utilizzato in quantità sufficienti soltanto a profumare la crema.

Ora, qual è il problema?

Che queste soluzioni, sì rinfrescano.

Ma:

1. L’effetto è breve e il mal di schiena tornerà a farti urlare <<oh issà>> dopo due o tre volte che ti si slacciano le scarpe…

2. L’alcol ti rovina la pelle.

La irrita, fa venire dermatiti e ci sono alcune evidenze secondo cui aumenta il rischio di sviluppare il cancro alla pelle.¹⁴

Per questa ragione, se sei arrivato fino a questo punto è arrivato il momento di presentarti:

SottoZero®

La crema antinfiammatoria e antidolorifica con l'originale formula al 4% di mentolo!

Perché proprio al 4%?

Beh, perché esistono evidenze scientifiche secondo cui una concentrazione di mentolo a questa percentuale è maggiormente in grado di raffreddare la zona del corpo sulla quale viene applicata rispetto a percentuali più basse… o più alte.¹⁵

È il “bliss point”che rende l’attivazione del recettore del freddo non solo più rapida…

… ma con una frequenza tale da “disturbare” la sensazione di dolore che provi con la stessa intensità con cui una tempesta elettromagnetica di livello 5 fa saltare la corrente di casa.

Non stiamo parlando di miracoli, ovvio.

Se hai una frattura scomposta alla caviglia, difficilmente la nostra crema al mentolo riuscirà ad incollare i pezzi.

Ma senza dubbio sarà in grado di limitare il dolore per almeno un’oretta e mezza o due.

Per questa ragione se applicata due o tre volte al giorno (seguendo le particolari modalità di applicazione che ti consiglieremo quando deciderai di provarla), con SottoZero riuscirai a tenere botta per tutta la giornata lavorativa.

Non ha effetti collaterali, se non quello di poterti dimenticare di avere male (perché non lo sentirai più) e iniziare a strafare fino a farti male di nuovo…

… questo per dirti che puoi applicarlo più volte al giorno senza alcun problema.

Infatti…

Quelli che metterai sulla pelle sono ingredienti naturali e clinicamente testati non provocare effetti collaterali

Innanzitutto ti ho detto che non è presente l’alcol, che nella stragrande maggioranza dei casi viene usato per annacquare il mentolo e amplificare la sensazione di fresco, giusto?


Ok, l’altra cosa è che sebbene il mentolo al 4% sia l’ingrediente che fa “la magia”

… all’interno di SottoZero abbiamo deciso di includere altri ingredienti naturali che potenziano ancora di più gli effetti antidolorifici e antinfiammatori della crema.

Il primo è…

La “Pianta dei Traumi” utilizzata dai pastori delle Alpi per riprendere i loro cammini dopo le frequenti cadute sulle rocce

Sto parlando dell’Arnica, che cresce rigogliosa proprio nelle regioni montuose Europee.

 

Questo fiore è da sempre apprezzato per una qualità particolare: fa passare ogni tipo di dolore.

 

Pensa che gli antichi pastori delle Alpi erano spesso costretti a camminare per lunghi periodi di tempo su terreni accidentati e ripidi.

Di conseguenza capitava frequentemente di scivolare su qualche roccia massiccia che – quando non li uccideva – provocava copiosi rigonfiamenti e dolorosi ematomi…

 

… che curavano frizionando questo fiore sulla zona del corpo colpita.

 

Per questa ragione consideravano l’Arnica un fiore sacro e quasi “magico”.

 

Ma tralasciando gli aspetti più mistici, anche dal punto di vista scientifico la “Pianta dei Traumi” (così viene chiamata) si è rivelata straordinaria nel combattere i dolori.

 

In una revisione scientifica, un team di ricercatori australiani ha scoperto che l’Arnica ha effetti equiparabili all’ibuprofene (il principio attivo del Moment®) nel ridurre il dolore articolare nelle persone con osteoartrite.¹⁶

 

Con il vantaggio di non distruggere alla lunga stomaco e fegato.¹⁷

 

In più si è rivelata molto utile per far sparire i lividi che spuntano dopo che prendi una botta.¹⁸ ¹⁹

 

Ma vediamo il prossimo ingrediente…

Il “Fiore Immortale” dalle mille proprietà

Si tratta dell’elicriso, un fiore “duro a morire” in quanto mantiene la sua forma e il suo colore per molto tempo anche dopo essere stato essiccato.

 

Ma l’elicriso è un duro in tutti i sensi.

 

Infatti, il suo olio essenziale mette a dura prova: infiammazioni della pelle; acne; sintomi depressivi; esaurimento nervoso e molto altro ancora.²⁰ ²¹

Ma forse non sono questi piacevoli “effetti collaterali” ad interessarti.

Perché l’elicriso si è rivelato anche un fenomenale anti-infiammatorio che allevia i dolori muscolari e articolari.²²

 

Poi c’è…

"L'Anestetico Appuntito"utilizzato dagli olimpionici Greci per rilassare la muscolatura dopo le competizioni

Lo sport di una volta non era come quello di adesso.


Durante le antiche Olimpiadi ad esempio, i pugili si saccagnavano di botte senza alcuna protezione e con poche regole ad evitare che ci scappasse il morto un match sì e uno no.


Negli sport di atletica invece, non c’erano scarpe in carbonio ultra attivo ma ciabattoni di cuoio equiparabili a quelli che abbiamo preso sul sedere da bambini.

 

Puoi immaginare quindi i crampi, gli ematomi e i gonfiori che non facevano passare belle serate ai poveri atleti.

 

 

Cosa facevano per limitare il dolore?

 

 

Si dice che gli antichi Greci considerassero l’olio di rosmarino un vero e proprio toccasana per la muscolatura.

 

 

Quest’olio infatti, ha un effetto miorilassante sui muscoli in quanto ha la capacità di aumentare la circolazione del sangue a livello topico.²³

 

 

Pensa che c’è uno studio in cui gli scienziati hanno preso alcune persone che avevano subito un ictus, i cui strascichi le aveva portate a sviluppare un dolore cronico alle spalle…²⁴

 

 

Dopo sole due settimane di trattamento a base di questo olio, i partecipanti avevano ridotto il dolore del 100% in più rispetto alla soluzione placebo.

 

 

Per queste ragioni abbiamo incluso l’olio di rosmarino all’interno di SottoZero.

 

 

Un altro ingrediente poi è…

L'Anti-Infiammatorio Australiano che migliora le tue articolazioni

Se i tuoi acciacchi sono di tipo articolare, no problem.

 

 

All’interno di SottoZero abbiamo messo anche l’olio di eucalipto, molto efficace contro questa tipologia di problemi.

 

 

Il motivo è che, come confermato da più studi, quest’olio possiede significative proprietà antinfiammatorie.²⁵

Di conseguenza, utilizzando con regolarità SottoZero, non sarebbe strano sentire una netta riduzione delle infiammazioni alle articolazioni e dei dolori da artrite nel giro di qualche settimana.²⁶

 

Per ultimo…

 

L’olio cinese per i dolori cronici

Se quando utilizzi SottoZero senti una leggera (ma piacevole) sensazione di formicolio stai tranquillo, è tutto normale.

 

 

Potrebbe trattarsi dell’effetto dell’olio di canfora presente al suo interno.

 

 

Cosa succede quando viene applicato quest’olio sulla pelle?

Studi dicono abbia la capacità di aumentare la circolazione sanguigna.²⁷

 

 

Dando una sensazione di “intorpidimento” che abbassa di molto la percezione del dolore.

 

 

Abbiamo inserito questo ingrediente perché è risultato particolarmente efficace nella riduzione del dolore cronico, in particolar modo quello alla bassa schiena.²⁸

 

 

Ok, quelli che ti ho appena mostrato sono gli ingredienti che rendono SottoZero così efficace.

 

 

Ora, che altro potrebbe interessarti…

 

 

Ah sì…

 

 

Abbiamo fatto in modo che la crema si assorba rapidamente.

 

 

In più si spalma bene e con piacere, ha una fluidità perfetta e non unge per niente.

 

 

Puoi spalmarla con tranquillità anche prima di vestirti!

Perché una volta assorbita non lascia alcuna traccia su magliette o camicie.

 

 

Quindi se rimani fuori casa per tutto il giorno puoi anche portarla con te in modo da ri-applicarla nel caso ne avessi bisogno.

 

 

O se vai in palestra, puoi infilarla nel borsone e metterla prima o dopo i tuoi workout per limitare i DOMS.

 

A QUESTO PUNTO...

Quanto costa SottoZero®?

Piccola premessa…

All’interno di SottoZero abbiamo deciso di NON usare siliconi per dare texture alla crema.

Il motivo è che sono inquinanti e alla lunga possono causare qualche danno alla pelle.

Per questa ragione abbiamo utilizzato soltanto esteri di derivazione naturale che rendono l’INCI di SottoZero davvero ottimo.

Questo per dirti cosa…

Che produrre un solo barattolo della nostra crema costa circa il TRIPLO rispetto a quelle che si trovano sul mercato.

In più, SottoZero ti arriva in una confezione da 200ml e a meno che tu non inizi ad usarla per profumarti la pelle (sembra che a molti piaccia l’odore mentolato che emana), ti durerà abbastanza a lungo.

Per questa ragione non potevamo prezzarla a meno di 39,99€.

Tuttavia, c’è una cosa che voglio dirti…
 

SottoZero funziona talmente bene che sono convinto che una volta che la proverai entrerà a far parte dei tuoi “mai più senza”

Così come è già successo a centinaia di nostri clienti soddisfatti:

Sono convinto che anche tu ne sarai così entusiasta da consigliarla anche ad amici e parenti.

Per questa ragione ciò che mi interessa in questo momento è che tu la provi e inizi a non volerne fare più a meno.

Il guadagno nostro sarà solo una conseguenza.

Per questo motivo, il prezzo della crema invece di 39,99€ è di soli 29,99€ (più un piccolo contributo per le spese di spedizione) per un tempo limitato.

Il minimo che potevamo fare per poter coprire i costi.

Quindi…

 

Clicca sul pulsante qui in basso prima che il timer scade per ordinare SottoZero a soli 29,99€ invece di 39,99!

Minuti
Secondi

Un’ultima cosa…

Prima ti dicevo che sono pienamente certo che SottoZero entrerà a far parte dei tuoi “mai più senza”.

Vedi, lo sono così tanto che nel caso non dovesse essere così e non dovessi sentirti elettrizzato dai risultati ottenuti con la crema…

Sei coperto dalla speciale GARANZIA "Soddisfatto o Rimborsato" di 60 giorni!

In pratica in questo momento ti basta dire “forse la voglio” in cambio di una piccola caparra che ti verrà restituita nel caso non fossi pienamente soddisfatto dei risultati ottenuti attraverso la crema.

 

Nell’evenienza, ti basta spedirci indietro il barattolo di crema vuoto per ricevere un rimborso totale, spese di spedizione incluse.

 

Questo significa che acquistando oggi SottoZero, non solo risparmierai (almeno) il 25%…

 

Non solo ti libererai dai dolori che non ti permettono di muoverti liberamente, dormire tutta la notte o lavorare serenamente…

 

Ma farai tutto questo SENZA rischiare nulla.

 

Per cui…

 

Clicca sul pulsante qui in basso prima che il timer scade per ordinare SottoZero a soli 29,99€ invece di 39,99!

Minuti
Secondi

FONTI:

1. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2964977/
2. https://www.cell.com/trends/neurosciences/fulltext/S0166-2236(22)002612#:~:text=Chronic+pain+caused+by+injury,damaging+stimuli+and%2For+inflammation.
3.https://web.archive.org/web/20120114141747/http://www.hnehealth.nsw.gov.au/__data/assets/pdf_file/0012/70122/pain_mechanisms_20100315013844.pdf
4. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16920620/
5. https://en.wikipedia.org/wiki/TRPM8
6. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5490394/
7. https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/B9780128205891000221
8. https://www.nature.com/articles/ncpneuro0335 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7835199/
9. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6044592/
10. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9580369/
11. ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4178917/
12. https://link.springer.com/article/10.1007/s00520-015-2642-8
13. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28805147/
14. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2596158/
15. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/srt.12226
16. https://www.cochranelibrary.com/cdsr/doi/10.1002/14651858.CD010538/full
17. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK542299/
18. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20412090/
19. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26910697/
20. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24239849/
21. https://www.liebertpub.com/doi/abs/10.1089/acm.2012.0089
22. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24239849/
23. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20034774/
24. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17388768
25. https://journals.sagepub.com/doi/full/10.1177/1934578X211007634
26. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23853660/
27. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25451841/
28. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4968782/

Copyright © 2023 | ConfortZone Srls – Via Nostra Signora dell’Orto 3 – 16014 Ceranesi, Genova | P. IVA 02885770996

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni